Visione Alchemica web radio intervista Andrea Bizzocchi. “Come vivere tra realtà e ottimismo ai tempi del Coronavirus

Ciao a tutti, l’intervista inizia al minuto 13.30. Prima Mozart (Piano Concreto n. 21 Andante) e Emiliano Toso e Lorena Borsetti (Ametista). Vivamente consigliato l’ascolto.

DESCRIZIONE: In questo incontro con Andrea Bizzocchi, cercheremo di capire come funziona la Matrix in cui viviamo e di cui l’operazione COVID 19 rappresenta solo la punta dell’iceberg. Nella seconda parte dell’incontro ci incammineremo verso la speranza, la fiducia e l’ottimismo per trasformare noi stessi e il mondo intorno a noi e vivere bene anche quando tutto pare perduto e lo scoramento prevale.

 

 

RIFLESSIONI SULLA TERRA E SU NOI STESSI

L’ecologia come la intendiamo, pur con tutte le migliori intenzioni, rimane una categoria concettuale di natura antropocentrica che tende a separare anziché ad unire. Visioni autenticamente ecologiche come quella dell’ecologia profonda percepiscono invece la Vita come una e indivisibile, ed in quest’ottica l’uomo non gode di nessun particolare privilegio sul pianeta. Per quanto a noi lontana è forse questa l’unica strada efficace per cambiare davvero qualcosa nel nostro rapporto con la Terra e con noi stessi.

Continua a leggere

RECENSIONI “COVID 19(84) – OLTRE IL CORONA VIRUS”

Amici,

a seguire riporto con piacere le recensioni che alcuni amici/colleghi hanno fatto del mio libro COVID 19(84). Poiché mi vogliono bene sono tutte belle recensioni e me le prendo con piacere :-).

La caratteristica dei libri dell’amico Andrea, che pure trattano tematiche scomode, è di risultare sempre immediati e comprensibili, e questo suo nuovo lavoro non fa eccezione. Già a partire dal titolo, Covid 19(84), il libro non lascia troppo spazio all’immaginazione, e Andrea è semplicemente un maestro nell’unire puntini apparentemente slegati tra loro per mostrare il filo logico che li lega e che mostra le finalità ultime della più grande psy-op della storia…
Marcello Pamio, scrittore e curatore del sito www.disinformazione.it

Continua a leggere

Dalla democrazia alla follia… il passo è breve

DALLA DEMOCRAZIA ALLA “FOLLIA” (INTESA COME CONDIZIONE PSICHICA).

La democrazia, perlomeno quella italiana, riesce dove non sono riuscite le peggiori dittature. Ovvero tenere ferma fisicamente, bloccata, chiusa in casa, addirittura con il proprio consenso, una intera popolazione. Complimenti, perché riuscire dove non era riuscito il comunismo, il fascismo e neppure il nazismo, è una vera impresa. Le moderne democrazie (alias “dittature dolci” per usare un’espressione cara a Aldous Huxley) fanno infatti sì che il prigioniero ami le proprie catene e quindi il suo carceriere (infatti i dati di gradimento del governo, ammesso siano veri, sono in crescendo). Insomma, una specie di Sindrome di Stoccolma nazionale. Questo per noi italiani, perché in tutti gli altri Paesi la situazione non è questa. Parlo con amici da tutto il mondo e mi confermano che nessun paese ha imposto misure restrittive talmente draconiane e anche palesemente idiote, e questo non a detta mia ma di fior di medici e scienziati non allineati ai canali mainstream.

Continua a leggere

1 2 3 40