HILLARY CLINTON, TRA AMICIZIE E COVER UP A SFONDO PEDOFILO

Autore Bizzocchi Andrea

| Il report investigativo della NBC |

A fine marzo 2017 l’emittente televisiva statunitense NBC dava ampio risalto ad un report investigativo secondo il quale l’ex Segretario di Stato Hillary Clinton avrebbe usato la sua carica istituzionale per tenere nascosto un giro di pedofilia che vedeva coinvolti un ambasciatore nonché esponenti di alto livello del Dipartimento di Stato americano.

La notizia dunque non è nuova, ma la NBC, dopo averla lanciata, aveva improvvisamente fatto calare il sipario sulla questione, senza più farne accenno e addirittura rimuovendo il report dal proprio sito web.
Continua a leggere

Venezuela: la verità dietro il blocco di Maduro degli aiuti umanitari

Venezuela: la verità dietro il blocco di Maduro degli aiuti umanitari

La storia raccontata dai media mainstream ci dice che Nicolás Maduro è un  dittatore non solo cattivo (come tutti i capi di Stato non allineati ai desiderata di Washington) ma addirittura “inumano”. Il perché è presto detto: il popolo venezuelano è alla fame e Maduro è il colpevole.

| Gli “aiuti” americani |

Gli Usa per contro, che sappiamo essere “buoni e democratici”, si prodigano per aiutare il popolo affamato e dispensano doni (come le barrette di cioccolato dopo lo sbarco in Sicilia).

In realtà occorre usare il condizionale (“vorrebbero dispensare”) perché il cattivo-inumano Maduro non glielo permette.

Negli Usa giornali e telegiornali mainstream (cioè “l’Informazione” con la maiuscola) hanno dato grande risalto al blocco del ponte Francisco de Paula Santander, al confine tra Colombia e Venezuela, da parte del leader bolivariano, ponte attraverso il quale gli americani avrebbero voluto portare i loro aiuti. In più Maduro, non contento di aver bloccato gli aiuti, avrebbe dato ordine di dar fuoco ai camion (degli aiuti).

Continua a leggere

Vivere senza lavorare n°3: Tecniche infallibili per diminuire le spese

Partiamo da un presupposto semplice.

Le teorie non servono. Mai.

Leggere un libro per cambiare vita, se non si mettono in pratica i suoi insegnamenti, non serve. Mai. Quindi se non siete determinati a cambiare vita non perdete tempo e non sprecate soldi a comprare il libro o a frequentare corsi e seminari.

Cambiare non è un’opzione né un desiderio, ma una decisione, e la decisione è sempre seguita dall’azione.

Quindi l’unica cosa che funziona è fare, passare all’azione, mettere in pratica. Non è detto che funzioni sempre o al primo colpo. Ma è l’unico modo per smuovere qualcosa. Continua a leggere

Perché vivere senza lavorare? | n° 2. Primi passi verso la semplicità volontaria

Piano ma lontano

Se vivessimo “piano” come una lumaca o una tartaruga – piano ma lontano – avremmo bisogno di meno per vivere, vivremmo più intensamente e autenticamente, e alla fine staremmo meglio. Invece noi aumentiamo la produttività, siamo più stressati e di conseguenza soffriamo di più. Continua a leggere

Perché Greta sì e Izabella no?

PERCHÉ GRETA SÌ E IZABELLA NO?

Metti due giovani attiviste politiche che vengono dallo stesso Paese.
Una ha raggiunto fama planetaria, esaltata dai media mainstream di tutto il mondo, invitata a importanti forum e citata dai politici come esempio di impegno civile, mentre l’altra è una perfetta sconosciuta.

Eppure la seconda non è di certo meno impegnata, meno combattiva, meno esempio di impegno civile della prima. La domanda è dunque semplice: perché? Senza girarci attorno diremo che Greta Thunberg porta avanti la lotta ai cambiamenti climatici e al riscaldamento globale, che sono temi cari alle élite dominanti, mentre Izabella Nilsson Jarvandi fa l’esatto opposto, ovvero affronta temi politicamente scorretti. E’ tutta qui la differenza tra le due ragazzine svedesi quasi coetanee ed entrambe politicamente impegnate. Continua a leggere

1 2 3 4 5 8