Ritorno al passato – La fine dell’era del petrolio e il futuro che ci attende

Ritorno al passatoUna conversazione appassionante e rivelatrice tra Andrea Bizzocchi e James Howard Kunstler, noto saggista statunitense ed esperto di picco del petrolio, sulle conseguenze che la fine dell’oro nero a buon mercato (e non dell’oro nero tout court) avrà sull’economia globalizzata e giù a cascata sulla società, sull’ambiente ecc.

In una disamina volta a trecentosessanta gradi i due parlano di riflusso forzato ad un’economia più essenziale, con meno produzione, meno trasporti, meno intrattenimento; di ritorno ad un’attività agricola locale e più naturale; di fine della globalizzazione e di spopolamento delle metropoli a favore di realtà più piccole circondate da terreni agricoli; di ritorno imprescindibile a rapporti solidali di vicinato. E si parla soprattutto della impellente necessità di rivedere il concetto di progresso, attraverso un’analisi serrata delle rese negative che esso porta con sé.

Il ritorno al passato del titolo potrebbe comunque rivelarsi, nella visione dei due autori, non tutto questo male, perché, come dicono “non se ne può più di un sistema vanesio e sprecone che in pochi decenni è riuscita in una triplice impresa da paura: distruggere l’ambiente da cui dipende la nostra sopravvivenza come specie, portare alla fame intere popolazioni del terzo mondo e far star male anche chi dovrebbe star bene ”. E qui il riferimento è proprio a noi, abitanti di un occidente che in quanto a depressione, stress, nevrosi, suicidi e quant’altro, detiene ben più di un record. E se questo lo chiamiamo ben-essere, un dizionario ci sarebbe forse infinitamente più utile dell’ultimo modello di schermo ultrapiatto.

A CHI E’ RIVOLTO: A chi si interessa di temi di grande attualità, a chi ha a cuore il futuro, nostro e del pianeta, a chi, nonostante tutto, vuole credere in, e prepararsi per, un futuro migliore.

Acquista ora

Ritorno al Passato

Piccole riflessioni di un criceto in gabbia

Criceto in gabbiaPrendendo spunto dall’attacco all’Iraq, l’autore procede con una serie di riflessioni sulle guerre, sull’11 Settembre, sui terrorismi (non solo quello islamico), ma anche sulle conseguenze della globalizzazione e sui danni che il nostro sistema sta provocando all’ambiente.

Sullo sfondo, mai pronunciata, la domanda che l’autore si pone nella prefazione al libro: “Ma quello che ci vendono i giornali e le tv, la moda e l’economia, quello dell’affermazione professionale e della competizione ad ogni costo, è davvero il migliore dei mondi possibile?”

E l’invito finale di fermarsi a riflettere, di farlo davvero, e di provare a riprendere in mano la situazione, con calma e serenità oramai dimenticate in un mondo sempre più ottenebrato da isterismi e grida, è di quelli che vengono dal cuore e che non possono essere lasciati inascoltati e disattesi.

A CHI E’ RIVOLTO: A coloro che credono nella pace e nella giustizia. A coloro che non hanno smesso di sognare. A coloro che credono nelle rivoluzioni non violente e quindi nel pacifismo anzitutto interiore del Mahatma Gandhi.

Fuori catalogo

 

 

 

Rivolgiti all’autora per ricevere una copia:
scrivi a info@andreabizzocchi.it

Pura Vida “Il viaggio dentro e fuori di noi”

Pura Vida e altri racconti raminghi – Appunti di viaggio, riflessioni ed esperienze tra la cultura, i personaggi e la natura selvaggia della Costa Rica” è più di un libro, è un’utile ed interessante consiglio per chi vuole avventurarsi in un viaggio “fai da te”, o “semplicemente” cambiare almeno di un poco i propri stili di vita. Una raccolta di racconti di viaggio dalla Costa Rica, Paese in cui Pura Vida è saluto nazionale e arte del buon vivere. Un invito a trovare strade alternative a quelle della crescita economica senza limiti, ma anche un percorso introspettivo per migliorare la realtà che ci circonda, cambiando per prima cosa noi stessi. Vediamo come, con l’aiuto dell’autore del libro, Andrea Bizzocchi. (Fonte: Terranauta, Dicembre 2010)

di Andrea Bertaglio Continua a leggere

Verso una cultura della sostenibilità – La Permacultura vista dal suo fondatore

Pubblicata su “Consapevole”

Intervista a David Holmgren

Australiano, classe 1955, David Holmgren è un ecologista e scrittore. Negli ultimi diciassette anni ha vissuto e lavorato nello stato di Victoria, facendo il consulente e tenendo corsi e laboratori anche in Europa e Israele. Insieme alla famiglia, ha fondato Melliodora, una tenuta agricola impostata su basi permaculturali, che è diventata anche un centro di riferimento a scopo dimostrativo dei principi della permacultura. Ha poi partecipato alla realizzazione pratica di un eco-villaggio, il Fryers Forest Eco-village, tuttora in evoluzione. Continua a leggere

1 32 33 34 35 36 37